Health

La grande maggioranza degli elettori statunitensi sostiene la rinuncia al brevetto sui vaccini Covid-19

Un sondaggio shock rivela il sostegno della maggioranza a Joe Biden per sospendere l’Accordo sugli aspetti commerciali dei diritti di proprietà intellettuale (TRIPS) e sostenere la vaccinazione globale.
Il senatore Bernie Sanders e la rappresentante Ilhan Omar rispondono a un sondaggio shock che mostra come la grande maggioranza degli elettori americani vuole che Biden rinunci temporaneamente alle protezioni dei brevetti sui vaccini Covid-19.
Il senatore Bernie Sanders e la rappresentante Ilhan Omar rispondono a un sondaggio shock che mostra come la grande maggioranza degli elettori americani vuole che Biden rinunci temporaneamente alle protezioni dei brevetti sui vaccini Covid-19.

Un nuovo sondaggio rivela che il 60% degli elettori americani vuole che il presidente Joe Biden appoggi la mozione di più di 100 paesi a basso e medio reddito volta a rinunciare temporaneamente alle protezioni dei brevetti sui vaccini Covid-19 all'Organizzazione Mondiale del Commercio. Solo il 28% non è d'accordo.

Il sondaggio, condotto da Data for Progress e dall’Internazionale Progressista, mostra che una super maggioranza del 72% dei democratici registrati vuole che Biden rinunci temporaneamente alle barriere dei brevetti per accelerare il lancio dei vaccini e ridurre i costi per le nazioni in via di sviluppo. Anche i repubblicani registrati sostengono l'azione con un margine del 50% a favore contro il 36% contrario.

Il nuovo sondaggio mostra che "c'è un mandato popolare da parte del popolo americano per mettere la vita umana e la ripresa economica davanti ai profitti aziendali e a un sistema di proprietà intellettuale disfunzionale", ha detto David Adler, il coordinatore generale dell’Internazionale Progressista. Burcu Kilic, direttore di ricerca del programma di accesso ai farmaci presso Public Citizen e membro del Consiglio dell’Internazionale Progressista, ha invitato Biden ad "ascoltare gli americani che lo hanno messo al potere" e "fare la cosa giusta".

A causa delle regole di proprietà intellettuale dell'OMC, ai paesi è impedito di produrre i vaccini Covid di proprietà degli attuali leader dei vaccini approvati, tra cui Moderna, Pfizer e Johnson & Johnson prodotti negli Stati Uniti. Nell'ottobre del 2020, il Sudafrica e l'India hanno presentato all'OMC una proposta per rinunciare temporaneamente a queste regole per la durata della pandemia, in modo che i vaccini possano essere prodotti in diversi paesi, aumentando la loro disponibilità, riducendo il loro costo e garantendo che siano consegnati a tutti sulla terra il più rapidamente possibile.

In assenza della deroga, è improbabile che gli attuali tassi di produzione e distribuzione possano arginare lo slancio della pandemia, soprattutto perché continuano ad emergere nuove varianti, che sono più infettive e sembrano eludere l'immunità acquisita da un'infezione precedente o dai vaccini attuali. Gli Stati Uniti sotto il presidente Trump si sono uniti ad altre nazioni più ricche per bloccare la proposta.

Il sondaggio shock rivela un livello di sostegno pubblico alla rinuncia della proprietà intellettuale che probabilmente si aggiungerà alla crescente pressione del Congresso su Biden per unirsi a coloro che spingono per salvare vite attraverso una vaccinazione globale. La deputata Jan Schakowsky sta lavorando su una lettera al presidente alla quale, secondo Schakowsky, più di 60 legislatori hanno aggiunto la loro firma, compresa la presidente della Camera Nancy Pelosi.

Il senatore Bernie Sanders, presidente della Commissione Bilancio del Senato, ha risposto al sondaggio dicendo che gli Stati Uniti dovrebbero "guidare lo sforzo globale per porre fine alla pandemia di coronavirus". Secondo Sanders, "una deroga temporanea dell'OMC, che permetterebbe il trasferimento di tecnologie di vaccinazione ai paesi più poveri, è un buon modo per farlo".

Rispondendo al nuovo sondaggio, la rappresentante Ilhan Omar ha invitato Biden a "sostenere una deroga per aumentare la produzione di vaccini, cure e test in tutto il mondo", sostenendo che non è "solo una questione di moralità di base, ma di salute pubblica".

"Gli americani sanno che regole truccate per sostenere i profitti di Big Pharma non sono nel loro interesse. Più a lungo il virus si diffonde, più può mutare e diventare resistente ai vaccini. Il Covid-19 ovunque è una minaccia alla salute pubblica e al benessere economico. Se le restrizioni sulla proprietà intellettuale non vengono rimosse, la pandemia andrà avanti più a lungo, uccidendo più persone e danneggiando più mezzi di sussistenza", afferma Adler.

Secondo Omar la minaccia per il sud globale dall'apartheid dei vaccini è una "condanna a morte per milioni di persone in tutto il mondo: questo perché le grandi multinazionali farmaceutiche preferiscono massimizzare il profitto piuttosto che fornire vaccini alle persone che ne hanno bisogno".

Sanders è d'accordo e dice che "il punto fondamentale è che più velocemente aiutiamo a vaccinare la popolazione globale, più sicuri saremo tutti. La nostra massima priorità dovrebbe essere questa, e non incrementare i profitti delle aziende farmaceutiche e dei loro azionisti".

Help us build the Wire

The Wire is the only planetary network of progressive publications and grassroots perspectives.

Since our launch in May 2020, the Wire has amplified over 100 articles from leading progressive publications around the world, translating each into at least six languages — bringing the struggles of the indigenous peoples of the Amazon, Palestinians in Gaza, feminists in Senegal, and more to a global audience.

With over 150 translators and a growing editorial team, we rely on our contributors to keep spreading these stories from grassroots struggles and to be a wire service for the world's progressive forces.

Help us build this mission. Donate to the Wire.

Support
Available in
EnglishGermanSpanishItalian (Standard)Portuguese (Brazil)Portuguese (Portugal)French
Translators
Chiara Lilli and Amina Attia El Tabakh
Date
15.04.2021

More in Health

Health

Dear WTO: Covid-19 Vaccine is a Global Public Good

Receive the Progressive International briefing
Privacy PolicyManage CookiesContribution Settings
Site and identity: Common Knowledge & Robbie Blundell