Health

Una deroga temporanea dei TRIPS non è sufficiente e gli elettori americani lo sanno.

La grande maggioranza degli elettori americani sostiene la rinuncia a tutti i brevetti sui farmaci salvavita e l’obbligo per Moderna a condividere la sua tecnologia.
Un nuovo sondaggio rivela che il 59% degli elettori statunitensi sostiene la rinuncia a tutte le tutele brevettuali al fine di produrre versioni generiche di farmaci salvavita per malattie critiche, da Covid-19 e HIV/AIDS, a malattie cardiache e diabete. Solo il 28 per cento non è d'accordo.
Un nuovo sondaggio rivela che il 59% degli elettori statunitensi sostiene la rinuncia a tutte le tutele brevettuali al fine di produrre versioni generiche di farmaci salvavita per malattie critiche, da Covid-19 e HIV/AIDS, a malattie cardiache e diabete. Solo il 28 per cento non è d'accordo.

Il sondaggio condotto da Data for Progress e l’Internazionale Progressista, mostra che una maggioranza qualificata del 71% di democratici registrati sostiene la rimozione di tutte le barriere dei brevetti per permettere una produzione più economicamente accessibile di medicinali salvavita. Anche i repubblicani registrati sostengono l'azione con il 47 per cento a favore rispetto al 39 per cento contrario.

È dallo scorso ottobre che più di 100 paesi stanno esercitando pressioni affinché l'Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) emetta una deroga temporanea all'accordo sui TRIPS (Trade Related Aspects of Intellectual Property Rights - in italiano, Accordo sugli aspetti commerciali dei diritti di proprietà intellettuale) in modo da permettere la produzione generica di vaccini e farmaci Covid19. Mercoledì scorso l'amministrazione Biden ha annunciato la sua intenzione di sostenere una qualche versione della deroga, cambiando rotta nel mezzo di un'ondata globale di casi di Covid-19.

Ma una deroga temporanea dei TRIPS non è sufficiente e gli elettori americani lo sanno. Il nuovo sondaggio mostra che la maggioranza degli elettori americani appoggia una trasformazione più radicale del sistema dei brevetti farmaceutici e un trasferimento immediato di tecnologia dagli Stati Uniti al resto del mondo.

"Una deroga temporanea è solo una soluzione temporanea a una crisi permanente del sistema sanitario globale", ha detto David Adler, il coordinatore generale dell’Internazionale Progressista. "Se è vero che una deroga temporanea sarebbe un grande passo per il mondo verso l’uscita dall'attuale pandemia, non farà nulla per affrontare altre emergenze sanitarie esistenti e future. La richiesta di una sospensione del TRIPS deve precedere la richiesta di una trasformazione totale del sistema dei brevetti farmaceutici".

Il governo degli Stati Uniti ha giocato sia come ideatore che come esecutore del regime di proprietà intellettuale, minacciando sanzioni contro paesi come il Brasile, la Thailandia e il Sudafrica per aver osato promuovere la produzione generica di farmaci salvavita che potrebbero avere un impatto enorme sulle loro popolazioni.

"Gli Stati Uniti, più di ogni altro paese, hanno l'obbligo di smantellare il sistema dei brevetti farmaceutici, in modo che i nostri sistemi sanitari siano al servizio delle persone e non del profitto farmaceutico", ha detto Adler.

Il sondaggio rivela anche che la maggioranza degli elettori statunitensi vuole che il presidente Joe Biden costringa l'azienda farmaceutica Moderna a condividere la sua tecnologia di vaccino con i produttori di tutto il mondo in modo da aumentare la produzione di vaccini e porre fine alla carenza globale di vaccini. Il vaccino Moderna è finanziato dai contribuenti, così come il vaccino AstraZeneca è finanziato pubblicamente nel Regno Unito.

"Le nuove scoperte riflettono una frustrazione crescente con il primato del profitto nel sistema sanitario pubblico", ha detto il dottor Mamka Anyona, uno studioso di struttura sanitaria globale, membro del Segretariato dell’Internazionale Progressista e consulente di sanità globale per una serie di organizzazioni internazionali. "L'industria farmaceutica potrebbe sostenere che l'abolizione delle tutele brevettuali ostacolerà la produzione futura di farmaci, ma sono i governi che sono dovuti intervenire per catalizzare la produzione di vaccini, mentre il pubblico che ne ha sostenuto i rischi".

Help us build the Wire

The Wire is the only planetary network of progressive publications and grassroots perspectives.

Since our launch in May 2020, the Wire has amplified over 100 articles from leading progressive publications around the world, translating each into at least six languages — bringing the struggles of the indigenous peoples of the Amazon, Palestinians in Gaza, feminists in Senegal, and more to a global audience.

With over 150 translators and a growing editorial team, we rely on our contributors to keep spreading these stories from grassroots struggles and to be a wire service for the world's progressive forces.

Help us build this mission. Donate to the Wire.

Support

References

Available in
EnglishSpanishPortuguese (Brazil)GermanFrenchItalian (Standard)
Date
07.05.2021

More in Health

Health

Dear WTO: Covid-19 Vaccine is a Global Public Good

Receive the Progressive International briefing
Privacy PolicyManage CookiesContribution Settings
Site and identity: Common Knowledge & Robbie Blundell